31/07/2014

Mantenimento ai figli maggiorenni

Gentile avv. Trimarchi, sono divorziato da circa tre anni e corrispondo un assegno di mantenimento alla mia ex moglie e mio figlio. Quest’ultimo ha compiuto già 21 anni, ma purtroppo è disoccupato. Devo continuare a versare la quota per lui? E se sì, fino a quando? Francesco C. 

Gentile Francesco, ai giorni nostri, l’indipendenza economica dei giovani  si raggiunge molto tardi, soprattutto in caso di frequentazione dell’università. Maggiore è l’età dei figli e maggiori saranno gli oneri che i genitori dovranno sostenere, comportando un ulteriore allungamento dei tempi di contribuzione. Pertanto, l’assegno di mantenimento potrebbe protrarsi fino ai 26/28 anni e qualche anno in più per un laureato. 

Il figlio ha diritto all’assegno se non è indipendente economicamente, ma in modo obiettivo e oggettivo. In pratica, è suo dovere tentare di rendersi indipendente se non prosegue gli studi. Per cui il periodo di mantenimento potrebbe protrarsi fino a 6-8 anni dopo il diploma anche se non ha ottenuto un lavoro stabile, poi però non potrà più pretendere il mantenimento. 

La Corte di Cassazione ha chiarito che l’indipendenza economica consiste nel percepimento di un reddito corrispondente alla professionalità acquisita dal soggetto connessa allo svolgimento di un’attività lavorativa remunerata o, quantomeno, all’avvio verso di essa, con prospettive concrete tali da assicurare al figlio maggiorenne un introito stabile e sicuro anche per l’avvenire (Cass. 8221/06, Cass.4188/06, Cass. 22214/04). 

In poche parole, l’obbligo del genitore cessa nel momento in cui il figlio abbia trovato un lavoro stabile che gli consenta un tenore di vita adeguato e dignitoso (Cass. 12477/04). Se lo stato di disoccupazione persiste a causa di un atteggiamento svogliato e negligente del figlio, che pur potendo non si attiva almeno nella ricerca seria e concreta di un lavoro adeguato alle sue aspirazioni ed al percorso formativo di studi svolto, il genitore può chiedere al Giudice di cessare la corresponsione dell’assegno periodico.

 

Per richiedere un parere all’avvocato Trimarchi scrivete a: redazione.messina@sicilians.it

Speak Your Mind

BlogItalia - La directory italiana dei blog